ultime novità:
 
  • sab 17 gennaio - OSPITE A PERCORSI il dr. LUCIANO PROIETTI, PEDIATRA. INCONTRERA' GENITORI, FIGURE SANITARIE E EDUCATORI SUL TEMA: L'ALIMENTAZIONE FISIOLOGICA DEL BAMBINO. i PRIMI 1000 GIORNI. Ore 9.30/13: una mattinata di dialogo e scambio.
  •  
    • Prossimo appuntamento con Il CORAGGIO di ESSERE, ciclo di incontri multidisciplinari, sab 17 novembre incontro con Simona Mezzera e Marida Tancredi: "REALTÀ ED ESPERIENZA DELL’UNO. Il sistema immunitario: quello che ci fa individuo. Raccogliersi in meditazione
     
  • sabato 1 dic. dalle 15: POMERIGGIO IN FESTA a PerCorsi - incontri, idee regalo e musica. Insieme agli operatori, ai soci a tutti i frequentatori e amici. Un pomeriggio aperto a tutti!


prossime date:
27/28 ottobre, ore 10-17
8/9 dicembre
12/13 gennaio 2019 - 2/3 febbraio - 2/3 marzo - 6/7 aprile
 
Il Metodo Bates è un approccio olistico per migliorare la funzionalità del sistema visivo.

William Horatio Bates, oculista americano degl’inizi del ‘900, mise a punto una serie di esercizi basati su tre principi fondamentali: rilassamento, movimento, centralizzazione, dando grossa importanza al ruolo della memoria e visualizzazione.
Gli esercizi non sono tanto tecniche, quanto pratiche per entrare in contatto e sciogliere nostre rigidità visive-mentali.
Seguire questo metodo significa quindi intraprendere un percorso di consapevolezza per capire e rieducare il nostro modo di vedere dentro e fuori di noi.
Il lavoro sulla visione influenza tutto il sistema nervoso, imparare ad usare il sistema visivo in maniera corretta porta ad un riequilibrio e ad un’armonizzazione fisica e mentale.

A chi è rivolto? A tutti

Bates riteneva che la causa di ogni disturbo visivo fosse lo “strain”, lo sforzo, l’affaticamento. Quindi il suo metodo è basato principalmente sul rilassamento attivo e passivo. Non si tratta di terapia ma di una educazione ad un corretto modo di usare il sistema visivo. E’ perciò adatto a tutti, in special modo a:
•   chi ha problemi refrattivi (miopia, astigmatismo, presbiopia, ipermetropia)
•   chi ha disturbi lievi ma fastidiosi (secchezza, bruciore, astenopia, affaticamento da computer, ecc...)
•   genitori di bambini con difetti visivi
•   chi vuole migliorare la propria coordinazione, l’”abitare il proprio corpo”, attenzione e “presenza”
•   chi ha problemi gravi (distacchi di retina, retiniti, glaucoma, cheratocono)
•   chi ha problemi di strabismo latente (forie) o manifesto.

Per un miglior rendimento del lavoro a livello individuale e di gruppo è necessario, per persone alla prima esperienza, un incontro individuale precedente all’eventuale inserimento nel seminario.

Durante le due giornate si fanno pratiche che coinvolgono sia il livello propriamente oculare (per migliorare mobilità, rilassamento, messa a fuoco, campo visivo, visione binoculare) sia il livello mentale  (memoria visiva, visualizzazione, “presenza” come contatto con la realtà).
E’ necessario avere con sé abiti comodi, calzini spessi da interni. Materiali per appunti.  geContenitori appositi per lenti a contatto.

Conduce Daniela Giovati, Insegnante Metodo Bates certificata A.I.E.V. (Associazione Italiana per l’Educazione Visiva), Ortottista e Assistente di Oftalmologia, Psicopedagogista

Costi: Euro 160 comprensivo di documentazione scritta (soci A.I.E.V sconto 10 euro)
Per l’iscrizione è necessario versare un acconto di euro 50 che non sarà restituito in caso di mancata partecipazione.
Info e iscrizioni: Daniela Giovati cell. 340-0721954 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per informazioni sul Metodo Bates: www.aiev.it - www.metodobates.it

Click to View Full Page Content
percorsi salute individuali
Click to View Full Page Content
percorsi salute gruppi
Click to View Full Page Content
alimentazione
Click to View Full Page Content
vaccini
Click to View Full Page Content
archivio convegni
Click to View Full Page Content
cinema e libri
Click to View Full Page Content
giornale
Click to View Full Page Content
articoli
Click to View Full Page Content
ecologia
 

Per rendere più agevole la consultazione del sito, PerCorsi utilizza cookies tecnici. Continuando a navigare autorizzi il loro uso.